Cura e protezione del legno

Un elemento resistente che ha bisogno di essere protetto e conservato.

Il legno è un materiale di carattere unico e di grande valore, non solo per la sua bellezza naturale. Infatti tutti i diversi tipi di legno hanno un aspetto estetico individuale, ma presentano anche caratteristiche di diversa natura. Le conifere  come l’abete rosso ed il pino presentano un legno morbido e particolarmente soggetto alle infestazioni: questi tipi di legno necessitano dunque di essere protetti e curati in modo particolare, soprattutto quando essi vengono impiegati in ambienti esterni. Le latifoglie, che sono anche presenti sui nostri territori, come il rovere ed il faggio, presentano un tipo di legno molto più duro e stabile. Estremamente duri e resistenti sono poi i tipi di legno tropicale come il teak ed il bankirai, ottimi da usare per le superfici esterne particolarmente esposte agli agenti atmosferici e ad altre sollecitazioni.

Abete rosso

Legno molto chiaro, quasi privo di venature, ma che si contraddistingue soprattutto per i suoi canali di resina ben caratterizzati. Nonostante l’abete rosso sia particolarmente soggetto ad essere colpito dalle pericolose azzurrature, esso viene impiegato soprattutto in ambienti esterni.

Pino

Il legno di pino presenta venature vivaci ed il suo colore varia dal bianco ingiallito al rossiccio. Grazie alla sua alta qualità ed al suo carattere caldo questo legno viene largamente impiegato nel settore della costruzione di mobili. Anche il legno di pino è particolarmente soggetto ad essere colpito dalle azzurrature, ma viene tuttavia anche usato come legno per costruzioni in ambienti esterni.

Rovere

La quercia è il classico legno duro nostrano, estremamente solido e stabile, ma anche molto duttile. Il legno di quercia è in grado di resistere a forti sollecitazioni e crea un ambiente accogliente-rustico grazie alla sua vivace superficie caratterizzata da grandi pori. Faggio Un altro legno molto duro, ma meno elastico rispetto al rovere. Molto resistente e quindi molto spesso impiegato per la costruzione di mobili in legno massiccio – la sua sfumatura di colore rosso fortemente caratterizzata crea un’atmosfera particolarmente suggestiva.

Noce

Il legno del noce, di colore marrone- scuro ha un aspetto particolarmente pregiato ed elegante, grazie alla sua leggera sfumatura di colore rossiccio. Grazie a queste caratteristiche il legno di noce viene soprattutto impiegato come materiale per la costruzione di mobili pregiati decorativi in ambienti classici.

Teak

Il legno classico tra i tipi di legno esotico con caratteristiche veramente straordinarie. Grazie alle sue ben distinte venature di colore marrone scuro, questo legno ha un effetto esclusivo, ma è allo stesso tempo anche estremamente resistente nei confronti degli agenti atmosferici e di altre sollecitazioni.

Bangkirai

Un tipo di legno esotico ed altamente pregiato, proveniente dall’Asia Orientale , di colore rosso marrone, con scanalature e privo di ramificazioni. Il Bangkirai è un legno estremamente solido e resistente che viene usato sempre di più, soprattutto per quanto riguarda pavimenti esclusivi di terrazze e mobili da giardino.  

La cura del legno per mezzo di prodotti di alta qualità non è solo importante per la bellezza del legno. In primo luogo è infatti necessario proteggere il materiale dagli agenti atmosferici e dai suoi nemici naturali. Senza la cura adeguata, anche i tipi di legno estremamente forti e resistenti non possono restare indenni. Infatti il legno deve sopportare quanto segue:

Il sole – È necessario un alto fattore di protezione.

Il legno esposto direttamente al sole ha un fascino particolare, ma deve essere protetto in modo adeguato. Infatti i raggi ultravioletti distruggono la lignina, il collante naturale proprio del legno, rendendo il legno fragile e facendolo diventare grigio. Inoltre il legno di colore chiaro esposto alla luce del sole si scurisce notevolmente. Queste modifiche della colorazione variano a seconda dell’intensità dell’esposizione ai raggi solari sulla superficie del legno e ne pregiudicano l’aspetto estetico.

Pioggia e umidità – da combattere alla base.

L’acqua penetra in tutti i pori del legno ed in presenza di determinate circostante lo mantiene permanentemente umido. Un vero e proprio invito a nozze per funghi e muffe! I parassiti si presentano rapidamente soprattutto quando l’acqua non può defluire e l’umidità viene così accumulata. Il legno deve essere dunque protetto in primo luogo e nel modo migliore possibile nei confronti della pioggia e dell’umidità.

Putrefazione – un banchetto per i parassiti.

Con il termine putrefazione si definiscono le infestazioni causate da funghi e muffe. Questi funghi si insediano rapidamente sul legno bagnato e lo infestano progressivamente. In questo modo il legno viene distrutto poichè esso serve come fonte di nutrimento per i funghi. I danni sono irreparabili ed il legno deve essere sostituito. Per questa ragione il legno non deve essere mai a contatto diretto con il terreno.

La linea di impregnanti Alpina, basata su materie prime rinnovabili, consente la cura ottimale e la conservazione del valore del legno in ambienti esterni e interni: una gamma completa, dalla protezione classica dagli agenti atmosferici dell’impregnante a solvente alla protezione estrema ecocompatibile dei prodotti all’acqua e dell’olio rivitalizzante per legno.