Bordi puliti con le pitture colorate

Come realizzare bordi precisi e senza sbavature

Fase 1 - I lavori preliminari

Prima di tutto occorre tracciare in modo naturale l'area desiderata. Meglio utilizzare una matita per contrassegnare la superficie incidendo leggermente senza calcare la mano; un pennarello è sconsigliato, in quanto sarà difficilmente ricopribile con la pittura. Successivamente delimitare la superficie con del nastro adesivo di buona qualità. Questi tipi di nastri aderiscono meglio sulla superficie e possono essere facilmente premuti con un dito, in modo che gli spazi tra nastro e parete siano minimi e i più ridotti possibile.  

Fase 2 - Il trucco

Passare con una pittura di fondo (della stessa tinta della zona da NON colorare) profilando vicino al bordo del nastro con un pennello, chiudendo così i piccoli fori e saturare le irregolarità. Se la struttura è molto ruvida e irregolare può essere necessaria un'ulteriore mano. Lasciare asciugare.  

Fase 3 – Mano finale

Applicare ora la pittura nella tonalità desiderata. Questa non tenderà più a passare dietro il nastro, avendo saturato e livellato le irregolarità: i bordi saranno quindi diritti e puliti. Una volta terminata la tinteggiatura, rimuovere il nastro prima della completa essiccazione della pittura, in modo che la stessa non si distacchi durante la rimozione del nastro: i prodotti vernicianti (soprattutto smalti, idropitture lavabili e vernici lucide) sono filmogeni e aderiscono con un film continuo sia sul supporto che sul nastro). Attenzione: colori forti spesso devono essere ripassati due volte per ottenere un risultato uniforme e completo: in questo caso rimuovere il nastro soltanto dopo l’ultima mano applicata.